« un mito | Main | campo base everest »

May 21, 2006

sunday

Hi everybody. Questo weekend mi sto riposando un pochino. Per me il riposo significa non correre dietro all'orologio pero comunque fare delle cose piacevoli, come scrivere nel blog. Innanzittutto devo ringraziarvi per i consiglio per il nuovo cell. Ahimè, mi sa che dovrò almeno provare il nuvoe Sony Ericksson pero... dopo l'esperienza col P800....non credo che sarà 'lui' il mio nuovo tel.

Con Fastweb, mi trovo veramente bene. Non solo per la velocità di internet, ma il servizio tecnico è fantastico. Sono gentili, disponibili e puntuali...che differenza da tin.it. (no, fastweb non mi ha regalato il servizio per dire queste cose! pago come tutti pero trovo giusto dare del merito quando ci vuole)

Per caso avete visto Le Iene la scorsa domenica, 14 maggio? (non è ancora stato messo nel sito, purtroppo). Come sapete, guardo molto poco la tv italiana perché preferisco guardare canali come la CNN o la BBC. Ogni tanto guardo RaiSat Extra per David Letterman o le repliche di Report. Comunque, ero tornata da Arco di Trento (sito orribile!)tardi domenica e ho fatto un zapping di curiosità, fermandomi su Italia Uno quando ho visto Le Iene…hanno fatto due servizi veramente incredibili: il primo sulla pedofilia e l’omertà dei preti con un imbarazzato Don Mazzi in studio che sudava dal disagio e devo dire che le sue risposte mi hanno lasciato un cattivo sapore in  bocca. Faceva orrore e paura vedere come tutti i 7 preti (a parte un seminarista) hanno cercato di dissuadere la finta mamma (complice del servizio) ad andare dalla polizia per denunciare l’abuso a suo figli da parte di un prete (è reato, sapete?) e addirittura le consigliavano di non dire niente neanche a suo marito!!!! Sono rimasta scioccata, non solo dal contenuto del servizio ma anche dal servizio stesso e devo fare i complimenti a quelli delle Iene perché finalmente qualcuno parla. Il silenzio da parte di chi sa gli rende complice all’atto…come fanno a non capire? Ho trovato questo interessante articolo uscito qualche tempo fa sul Corriere.it…peccato non sia uscito sul Corriere. Non dico che sia tutto vero, pero almeno lascia spazio per discutere.

 

L’altro servizio che hanno mostrato mi ha fatto riflettere e in qualche modo credo che ci sia anche qui una connessione tra la mentalità della Chiesa e quella politica italiana. Hanno mostrato quanti siano vecchi i politici italiani in confronto a quelli di altri paesi Europei. Faccio il collegamento tra Chiesa e politica perché forse gli italiani hanno la mentalità o l'abitudine di lasciare gli anziani al potere fino alla morte prima di prendere in considerazione un altro (vecchio). Sarà cosi, vi chiedo? Why not change? Perchè l'età della penzione è di 65 anni pero i politici possono continuare? Io sono per un governo più giovane e a passo con I tempi. Non un giovane di vent’anni senza la giusta esperienza, ma un ‘giovane’ di 40 o 50 che abbia esperienza e saggezza pero che sia ancora legato al mondo moderno. Voi cosa ne pensate?

Vi sembrerà strano ma io credo che in qualche modo il giovane John Elkann abbia avuto a che fare con la pulizia dei rimbambiti del calcio. Ha smesso di proteggere questi furbetti che fanno parte di un’Italia che distrugge, un’Italia vecchia maniera che frena il paese, un’Italia che spero stia andando a morire.

Vado a fare Yoga….poi, mi metto a scrivere il mio secondo romanzo.

Martedì, vado a firmare il contratto con la Sonzogno – RCS per il primo libro: The Seed Of Desire. E’ la storia di una madre, italo-americana, sua figlia e una menzogna che potrebbe distruggerle. Appena posso, vi farò leggere qualche pagina. Promise. 

May 21, 2006, at 12:07 PM, in Updates | Permalink

TrackBack

TrackBack URL for this entry:
https://www.typepad.com/services/trackback/6a00d8345b1b0169e200d834c1b9f069e2

Listed below are links to weblogs that reference sunday:

Comments

Grazie Kay, l'artciolo del Corriere.it linkato è molto bello e va digerito prima di essere commentato, è bello vedere che ogni tanto spunta fuori qualche teologo "importante" a parlare semplice-divulgativo e a proporre al mondo una lettura diversa e in controtendenza. Non è tutto condivisibile quel che vien detto lì dentro (per esempio è debole la sola tesi dell'ignoranza della massa per spiegare l'enormità del successo di Vojtyla), ma sicuramente c'è moltissimo da meditare e da aprire gli occhi.
Grazie mille.

TV intellignte ogni tanto? Meno male. La cosa mi rincuora. Io ho smesso di guardarla da tempo la TV, ci do un occhio ogni tanto per vedere se c'è qualcosa di buono, ma ogni volta vedo che è sempre la solita minestra riscaldata.

Posted by: Diego | May 22, 2006 11:29:30 PM

le iene riescono sempre a darci buoni servizi
ciao
Erre

Posted by: rita | May 23, 2006 10:53:24 AM

Ho visto anch'io il servizio delle Iene sui preti. Anche a me hanno fatto veramente SCHIFO. Ecco perchè dico che credo in Dio, ma non credo nella Chiesa. Sono tutti un po' "viscidi": bravi e buoni quando gli servi e se poi non gli servi più "chi ti s'incula...", come dicono a Roma. Essere cristiani per me vuol dire ben altro che andare in Chiesa alla domenica e dire di essere credenti! Ciao.

Posted by: Marco | May 26, 2006 9:51:49 PM

The comments to this entry are closed.