« March 2006 | Main | May 2006 »

April 29, 2006

Free at last, free at last

Grazie per tutti i commenti sul 25 aprile. Quello che ha detto Visconteus dopo la mia rettifica mi ha fatto riflettere e mi ha fatto capire la ragione dietro il mio malessere ogni volta che arriva il giorno delle liberazione italiana.

Dovrei essere doppiamente felice il 25/04; da una parte potrei ricordare ciò che hanno fatto gli americani per il popolo italiano e dall’altra, avendo preso il passaporto italiano da un mese circa, potrei gioire insieme agli italiani la giornata che ricorda la fine di una guerra. La fine di una guerra…caspita. Non è motivo per gioire? No….invece di sfruttare il 25 aprile come una buona scusa per alleggerire le tensioni attuali (per un giorno, diamine, un solo giorno)e per festeggiare insieme agli amici e le famiglie (come facciamo negli USA il 4 di luglio), noi permettiamo che i politici ci rubino questa giornata di festa per fare politica e creare odio e dissapori. Quello che vorrei dire è, abbiamo sempre tempo per arrabbiarci, manifestare, gridare…perché non possiamo una volta tanto essere più ‘leggeri’, ricordare ciò che di buono c’è o c’è stato? Sono d’accordo, è giusto essere arrabbiati coll’attuale governo USA, pero nel contempo, è giusto ricordare col sorriso il rapporto che lega l’Italia con gli Stati Uniti. (i francesi hanno detto di no alla guerra, pero non smettono di ricordare e ringraziare gli americani per aver aiutati a liberare la Francia). Perché invece di creare più disaccordi, i politici non ci aiutano a ricordare l’importanza dell’unità e della fratellanza? Magari, piano piano, gli italiani scoprirebbe di amare i loro paese e di non vergognarsi d’essere patriottici e di urlarlo a squarcia gola. Avete un gran bel paese, sapete?

Mi chiedo se è proprio questo il piano dei politici italiani, tenere diviso il paese, di non lasciare che un piemontese ami il siciliano, che Milano e Roma continuino a lottare per il primato di città più importante d’Italia, insomma, che facciano di tutto per tenerci lontani mentre loro fanno il loro sporco lavoro? Perché non teniamo fuori la politica il giorno della liberazione e lasciamo che il popolo italiano si diverta con il solo pensiero di quanto sia bello essere liberi e italiani?

Nelle piazze italiane vanno i politici a parlare…che palle! Invece di organizzare delle cose simpatiche per le famiglie; concerti, eventi, spettacoli….no. Il 25 aprile lo diamo in mano a loro  cosi possono romperci le scatole con le loro polemiche e finiamo la giornata con l’odio dentro. E loro sorridono…

Devo dire che sono d’accordo con quello che alcuni di voi hanno detto sulla Moratti. Anche io ho trovato penoso il suo arrivo in piazza col suo padre in carrozzella. L’ho trovato penoso perché non si è mai fatta vedere prima e ha sfruttato il 25 aprile per fare politica. Detto questo, i fischi mi hanno fatto rivoltare lo stomaco, per non parlare della gente che ha bruciato la bandiera Israeliana – massa di ignoranti.

Ragazzi, perché non cerchiamo di riprenderci la giornata della liberazione d’italia per fare qualcosa di bello e divertente? In fondo, è la giornata del popolo non di questi stronzi che ce l’hanno rubata.

April 29, 2006, at 09:51 AM, in 25 aprile | Permalink | Comments (4) | TrackBack

April 26, 2006

rettifica

E' vero quello che dice darkside, nel suo messaggio mandato ieri, che erano in tanti a salvare L'Italia. Non ho dimenticato le altre nazioni che hanno lottato per liberare l'Europa dal nazismo, ma in Italia sembra che tutti gli altri si siano dimenticati o che vorrebbero dimenticare. Ho nominato il popolo americano perché nonostante è la nazione che ha dato più aiuti all’Italia e agli emigrati Italiani dopo la guerra, è il paese più strumentalizzato dai politici e, di conseguenza, è quello preso più di miro.

Questo modo subdolo di ‘modificare’ la storia per il solo scopo di lavare il cervello alla gente (soprattutto ai giovani: quello che è successo ieri in Piazza del Duomo è una vergogna) mi ricorda quello che fecero con noi nelle scuole degli Stati Uniti quando ci insegnavano la storia della guerra in Vietnam. Un sacco di balle! Poi, meno male, col passare degli anni, gente coraggiosa (giornalisti, scrittori, registi, etc.) ha cominciato ha raccontare quello che realmente era caduto. Pero, il segno è rimasto nelle teste di tanta gente ed ecco perché ora, in America, c’è un eccesso di patriottismo cieco, tanta ignoranza, frustrazione, e un distacco dal resto del mondo. Tanti politici, per guadagnare i voti, non pensano al bene del popolo, pensano solo ad arrivare al potere e lo fanno sfruttando qualsiasi mezzo a loro disposizione senza pensare al danno futuro per gli altri. Tutto questo mi fa paura e rabbia perché l’ho già visto succedere nel mio paese d’origine.

Quindi, con la mia esternazione di ieri, non volevo far intendere di avere dimenticato tutti gli altri popoli; era solo uno sfogo di rabbia che purtroppo mi viene ogni 25 aprile.

Chiedo scusa se ho offeso qualcuno.          

April 26, 2006, at 09:38 AM, in 25 aprile | Permalink | Comments (5) | TrackBack

April 25, 2006

la liberazione d'italia

Ciao ragazzi. Quest'anno vi questa giornata in modo speciale perché come sapete, sono diventata anche Italiana poche settimane fa. Dovrei essere felice pero il 25 aprile mi lascia sempre con un brutto sapere in bocca. Vi chiedo: perché si parla quasi sempre della resistenza dei partigiani (bravissimi, ammirevoli e corraggiosi) ma si stenta a ricordare l'impegno del governo americano e gli soldati americani? E' perché c'è sempre una polemica su questa giornata storica? Persino ieri, durante il Pro e Contro tra Gad Lerner (che è ebreo e non ha nominato gli americani, solo la resistenza partigiana) e Vittorio Feltri, si è discusso se questa ricorrenza 'unisce o divide l'Italia'...cosa significa? C'è qualcuno che vorrebbe per caso eliminare i fatti dalla storia? L'Italia si è o non si è liberata dal Nazismo grazie ai soldati americani ed i partigiani italiani?

Qui, fuori dalla radio ci sono 10 pattuglie di polizia (RMC si trova nello stesso edificio del consolato USA)...ma perché...hanno timore che succeda qualcosa di grave? Why? Sarebbe una giornata da festeggiare insieme al popolo americano, o no? C'erano o no gli americani qui 60 anni fa? 

Provo dei conflitti enormi ogni volta che arriva questa giornata....

Perché i francesi hanno da una parte (e giustamente) detto di no alla guerra in Iraq pero quando si è trattato di ricordare la sbarco il Normandia, hanno fatto una ceremonia in TV ricordando gli americani che ha fatto venire la pelle d'oca?

Scusate....vivo male questa giornata...

   

Mi è appena arrivata questa mail durante Rush Hour. L'ascoltatore che me l'ha mandata, Carlo,  mi ha dato il permesso di pubblicarla qui.

Ciao kay la mia vacanza è finita, ma l’importante è che oggi si festeggia la festa della liberazione.                                                               Ma come mai questa festa non viene celebrata come un simbolo dell’unità nazionale senza opinioni di parte e invece c’è chi specula sulla morte di tante persone per fare politica? é un vero schifo.

Lo dico a te che vieni da una cultura diversa in cui il patriottismo è una parte del vostro DNA.

Ci sono delle speranze secondo te che l’italia diventi un paese come il vostro? carlo

April 25, 2006, at 04:26 PM, in 25 aprile | Permalink | Comments (6) | TrackBack

April 24, 2006

a variety of info

Finalmente ho disdetto Telecom e Tin.it. Li odiavo. Quanti soldi spesi, quanta confusione sulle bollette, quanta frustrazione. Spero vada meglio con fastweb e skype. Peggio, è impossibile. Ti farò sapere.

Sono tornata ieri da un lungo weekend a Madonna di Campiglio. La era neve bellissima e non c’era nessuno sulle piste: un sogno! Credo che prenderò un appartamento lì per la prossima stagione invernale.

Oggi, sono in onda su RMC per Rush Hour. Faremo un collegamento telefonico con i due alpinisti italiani che sto seguendo per Rush Hour chiama Himalaya. Se hai un momento e voglia, mi faresti un favore se li lasciassi ogni tanto un messaggio nel blog. Per due motivi ti chiedo questo piacere, uno perché è un bel modo per fargli vedere che ‘ci siamo’ e li appoggiamo perché quello che vanno a fare non è facile (tre montagne alte in un mese e mezzo!) e secondo, perché è la prima volta che si prova a dare spazio ad uno sport di nicchia, uno sport che non sia il calcio e mi piacerebbe che avesse successo visto che RMC mi ha dato l’okay per farlo. Potrebbe aprire la strada ad altre iniziative interessanti ed alternative. Non deve essere vista come una cosa solo per gli appassionati di montagna, vorrei che venisse visto come un’avventura italiana da vivere tutti insieme. Magari la prossima volta, seguirò qualcuno in barca vela o in alleante...

Comincerò a fare l’editing del mio libro questi giorni. Mi aiuterà un ragazzo che lavora nel mondo dei libri da tanti anni e ha molta esperienza. Me lo ha consigliato il mio agente. Ti terrò aggiornato, of course. Ho già cominciato un altro romanzo che procede ‘slowly but surely’, lentamente ma progressivamente. Ho bisogno di fermarmi un attimo per scrivere con più impegno.

Ho già deciso che il prossimo anno farò solo due ore di Rush Hour invece di tre proprio per poter dedicarmi ad altre cose che vorrei fare. Tre ore sono un massacro!

Stasera, dopo Rush Hour, farò un’intervista al grande Louie Vega per Monte Carlo Unlimited. Andrà in onda la prossima settimana.

Have a nice day!            

April 24, 2006, at 12:58 PM, in Updates | Permalink | Comments (0) | TrackBack

April 16, 2006

Happy Easter!

Happy Easter!

Un saluto di Buona Pasqua dalla Valmadrera!

April 16, 2006, at 04:11 PM, in Fashion | Permalink | Comments (4) | TrackBack

April 15, 2006

Chamonix

Ciao. Sono qui a Chamonix dove il tempo fa abbastanza schifo. Ieri era stupendo, infatti siamo andati a fare un giro con le rachette e dopo siamo andati a scalare nella famosa falesia Chamoniarde di Les Gaillands.  Danno brutto anche domani, quindi, credo di tornare a Milano.

La situazione in radio è sempre tesa. Dopo le feste, spero di parlare con il proprietario della radio per cercare di andare a fondo al problema perché ho la sensazione che lui non è al corrente di tutto cioè che succede. Fatto sta che sono stanchissima e sto seriamente pensando di mollare Rush Hour per dedicare più tempo a scrivere il mio secondo romanzo, fare più serate di Monte Carlo Nights Unlimited (che mi da enormi soddisfazioni!) e per stare in mezzo alle montagne. Sono stanca di sentire solo critiche e negatività: logorano anche a chi ha le spalle molto larghe! Comunque, prima voglio capire veramente perché c'è tutta questa tensione in radio, se viene veramente dall'alto o se è stata creata o inventata a altri.

In ogni caso, se lascio Rush Hour, non lo vivrò come una sconfitta, anzi. E' stato un anno bellissimo, ricco di avvenimenti importanti e momenti stupendi. Inoltre, ho avuto la possibilità di lavorare con gente in gamba come Barbara Rosseti, che lavora con me in redazione. Chissà, magari faremo ancore delle cose insieme in futuro.

L'idea, poi, di dedicare più tempo ad Unlimited sta diventando sempre più forte perché la compilation è ancora in classifica e ci sono persone importanti che mi scrivono da tutte le parti del mondo per complimentarsi con me. Magari, potrei anche tornare a fare qualche serata come DJ (solo ora di cocktail, niente lunghe nottate a fare ballare! Non ho né l'età né la voglia!) Ti terrò aggiornata come sempre.  Grazie dell'appoggio. Un saluto particolare a P.   

April 15, 2006, at 04:16 PM, in Updates | Permalink | Comments (3) | TrackBack

April 12, 2006

speriamo..

Dunque, sembra che abbiamo un nuovo governo. Ho visto un articolo su CNN.com su Berlusconi e come non lo vuole accettare. La cosa mi preoccupa. Dall'altra parte dice di voler formare una coalizione come in Germania. Ha detto, se non sbaglio, che sarebbe la cosa più giusta, logica, ossia, che qualsiasi persona con un pò di buon senso lo farebbe, visto i risultati dell'elezioni. Ma non ha detto che quelli che non votavano per lui erano dei coglioni? Perché vorrebbe mai creare una coalizione con dei coglioni? Mi puzza di ipocrisia e la sinistra fa bene a voler mostrare di poter governare da soli. Spero che siano in grado pero lo vedo difficile per il semplice fatto che, con il Senato diviso a metà, non passerà mai una legge. (ci tengo a precisare che non ho votato nè B nè P)

Cambiamo discorso...sapete che a Rush Hour parte una nuova bellissima avventura? Rush Hour Chiama Himalaya! Guarda un pò qui...e domani, verranno i due alpinisti in radio per presentarsi ufficialmente agli ascoltatori di Rush Hour. Sono molto emozionata!         

April 12, 2006, at 11:16 AM, in The Elections | Permalink | Comments (5) | TrackBack

April 11, 2006

hmmmmm?

Qualcuno mi può dire chi ha vinto? E cosa succederà in Italia ora? Mah.... 

April 11, 2006, at 09:42 AM, in The Elections | Permalink | Comments (10) | TrackBack

April 10, 2006

The Vote

Ieri ho votato per la prima volta in Italia. Ero nervosa come se dovessi dare un'esame (he he). Ho portato la macchina fotografica ma non ho avuto il corraggio di chiedere a qualcuno di farmi una foto, quindi sono entrata, ho messo la X e sono uscita, sodisfatta.

Oggi a Rush Hour, dedicheremo tutta la puntata all' Election day....chissà come andrà a finire (l'elezioni, non Rush Hour....)

April 10, 2006, at 09:26 AM, in The Elections | Permalink | Comments (8) | TrackBack

April 09, 2006

la festa

So…the party. La festa è andata molto bene, direi. Almeno, cosi mi hanno detto. Hai mai dato una festa? E’ terrificante per chi la organizza perché sei talmente preoccupata a far divertire gli altri, che non riesci a divertirti. Poi, col mio carattere che sono super auto-critica, non ti dico. Sono due notti che dormo male pensando a tutte le cose che avrei dovuto fare diversamente. Rottura di scatole. Va be. Ti farò vedere qualche foto appena ho un momento di tempo per inserirle. Tra gli amici che sono venuti che tu forse conosci: Natasha Stefanenko, Piero Chiambretti, Debora Villa, Sabrina Corabi, Marco Montemagno, Brian Bullard, Sasha Djordjevic, Roberto Cavalli, Harley & Muscle, Giacomo Maiolini - presidente of Time Records, e tutto lo staff di RMC. Loro mi hanno detto che si sono divertiti. Sperem…

Non ho ancora novità sulla partner nuova di Rush Hour. Ogni tanto, penso che avrei voglia di tornare a Monte Carlo Nights per fare più sere di Unlimited e mollare Rush Hour. E’ molto stancante, sai? Inoltre, vorrei dedicare più tempo a scrivere libri. Ti ho detto che sarà Sonzogno Editore a pubblicare il mio libro? Se te l’ho già detto, perdonami…dal punto di vista lavorativo, è la cosa più bella che mi sia successo in anni.

Si, lo so. Qui c'era una seconda parte...prima devo risolvere un pò di problemi...poi, torno all'attacco. L'ho tolta non per paura ma perché credo di avere capito dove sta il vero problema a RMC. Non vorrei attaccare le persone che non c'entrano. Alla prossima puntata e grazie ancora a Montemagno.

April 9, 2006, at 01:23 PM, in Rush Hour | Permalink | Comments (7) | TrackBack