« December 2005 | Main | February 2006 »

January 31, 2006

Ciao dal concerto di David Grey al Rolling Stone!

Ciao dal concerto di David Grey al Rolling Stone!

January 31, 2006, at 09:07 PM, | Permalink | Comments (0) | TrackBack

January 29, 2006

qui invece si...

Qui invece, si, posso dire quello che voglio sull'intervista di Berlusconi. (in risposta al blog di Rush Hour, dove non posso esprimermi come vorrei)
Non avete idea di come ho lottato per posticipare quell'intervista. Aspetta, cominciamo daccapo:
Avevo proposto un'idea già a dicembre per fare una rubrica all'interno di Rush Hour dedicata all'elezioni in aprile. Si doveva chiamare 'Ciao Ministro’ e l’idea era di invitare un politico nel programma per un’ora per fare una chiacchierata divertente: niente politica, niente retorica, e addirittura, gli avrei dato del ‘tu’, un po’ alla americana. Non entro nei dettagli della scaletta, pero, credetemi, sarebbe stato divertente e non di parte. Avevo già preparato una lista di politici, 5 di sx, 5 di dx, e un paio di settimane fa, la nostra redazione ha cominciato a contattare tutti per sentire la disponibilità. Nel frattempo, è incominciata la polemica tra Berlusconi e Ciampi sulla par condicio e mi sono resa conto che non avrei avuto il tempo necessario per fare il programma. Io non so perché ma la richiesta per avere Berlusconi (che chiaramente era sulla lista dei politici che avrei voluto per Ciao Ministro) è andata avanti ma, martedì scorso il direttore della redazione delle news, Paolo del Forno, mi ha comunicata la disponibilità del Premier per l’intervista. Io, a quel punto, mi sono molto arrabbiata, perché, diciamoci la verità….cosa c’entrava ormai col mio programma ora che Ciao Ministro non lo facevo più? Ai, ragazzi, non potete capire la situazione in cui mi sono trovata. Voglio dire, se non fosse stato il primo politico ospite nel mio programma, se lui non avesse iniziato la sua ‘tourneè’ su tutti i media, se, se, se….non ci sarebbero stati problemi…invece…

Inizialmente, ho rifiutato. Pero, a quel punto, il direttore della radio, Stefano Carboni, giustamente mi ha detto che sarebbe stato buono per la radio fare l’intervista e ci teneva che fossi io a farla. Se non l’avessi fatta, il proprietario non sarebbe stato contento, ma non perché appoggia Berlusconi, ma perché è pur un’emittente privata che deve guardare gli ascolti. (Sapete come vanno queste cose.) Stefano mi ha anche detto che se non l’avessi fatta io, avrebbero cercato di farla fare a Valli e Luisella, in diretta. Berlusconi avrebbe accettato? Non lo so e non importa. Intanto ha accettato farsi intervistare da me. Pazzesco. 15 anni fa, lasciai Pressing, lasciai il mondo della TV italiana, ed eccomi con la possibilità di intervistare il Primo Ministro d’Italia. Ho cominciato a riflettere (mentre i minuti passavano e dovevamo dare una risposta al suo ufficio stampa) e ho pensato….e se fosse Bush? Se mi dessero la possibilità di intervistare quell’uomo contro cui ho votato? La farei? Cazzo. Si, la farei subito e perché no? Perché no? Allora, ho accettato di fare l’intervista, con una condizione: che fosse registrata. Perché? Nonostante tutti mi dicessero che Berlusconi fosse facile da intervistare, che stesse al gioco, che fosse un vero showman, qualcosa mi diceva che dovevo non solo proteggere me stessa, ma anche gli ascoltatori di Rush Hour, da un’eventuale comizio politico. Meno male hanno accettato di farla registrata. L’intervista durò 35 minuti. Andò in onda 15.
Vi confesso, Silvio Berlusconi è stata la persona più difficile che abbia intervistato in vita mia. Non ti da la possibilità di interagire, non risponde direttamente alla tue domande, se cerchi di controbatterlo, va avanti per altri 15 minuti sullo stesso discorso e non riesci a fargli un’altra domanda. Insomma, non è cosi divertente come ti dicono, anzi. Poi, non ce l’avevo davanti; era in collegamento da Roma. Persino il suo ufficio stampa mi diceva di interromperlo, ma è stato impossibile. Quindi, sapendo di poterlo tagliare, gli ho lasciato parlare, poi, l’ho tagliato, per forza. Per rispetto e per professionalità, non ho alterato i suoi discorsi al mio piacimento, che sia chiaro, ho solo lasciato quello che poteva c’entrare in qualche modo in un programma su RMC. Certe, avevo altre domande da fargli, alcune più serie, alcune più divertenti (inerente a Bush, volevo parlare del recente cambio di immagine dei cowboys - Segreti di Brokeback Mountain, ti immagini?), ma quando lui ha cominciato a parlare, ho capito che non aveva intenzione di farsi intervistare nel vero senso della parola, quindi dovevo gestire la situazione diversamente. Inoltre, - e questa è la più grande fregatura, pero, è stata un enorme lezione – non potevo fargli delle domande sulla politica, anche se avessi voluto perché c’era il collega Fabrizio Rattiglia dalla nostra redazione in attesa di fargli delle domande per il TG di RMC. Una situazione di m…da.
Mamma mia, se non fosse stato il primo politico nel mio programma, avrebbe dato cosi tanto fastidio (comprensibile) a tutti? Shit. Credo di no.
Ieri sera, ho visto il Premier in onda su Italia Uno in un programma presentato da Claudio Martelli. C’erano alcuni direttori di quotidiani, la maggior parte di sinistra. Ho fatto delle riflessioni su alcune cose che ho visto. B era veramente preparato sulla sua campagna e nessuno, dico nessuno, è riuscito a controbatterlo. Il direttore de La Stampa, ha fatto addirittura una pessima figura. Pero, a parte tutto questo, quello che mi sono chiesta alla fine è stato: ma, Prodi, dov’è? Mi spiego meglio, è più un danno che Berlusconi vada da tutte le parti o è peggio il fatto che la sinistra non si faccia vedere? Scusate, sapete, io sono Americana e ho visto tante campagne elettorali e normalmente, prima delle elezioni entrambi i candidati fanno di tutto per farsi vedere e sentire. I tempi sono cambiati, l’elezioni si vincono sfruttando al massimo i mezzi a disposizione. John Kerry fece una tournee con Bruce Springsteen, che cavolo! Poi, ha perso, è vero, pero l’abbiamo visto in giro a lottare a pari armi. Dicono che Berlusconi approfitta della TV…voi credete che non ci siano programmi di intrattenimento ben disposti a ospitare Prodi? Io credo che potrebbe andare dove vuole, quando vuole. Io lo ospiterei volentieri. Non so.. quello che sto cercando di dire è che volente o nolente, che piaccia o no, Berlusconi sta facendo la sua lotta per restare al governo e la sta facendo in modo attuale, moderno, a passo coi tempi, ossia, tramite i media. Non dico che sia giusto, dico solo che è cosi ormai. E non solo….bisogna fare una campagna pazzesca in internet perché è lì in futuro dell’informazione.
Chi voterà per la sinistra deve dire a Prodi di scendere in campo, di farsi vedere, di cercare di essere più simpatico, o meglio, di essere più accessibile, più popolare. E’ solo cosi che avrà una possibilità di sconfiggere Berlusconi, se no, l’opposizione rimarrà un partito per l’elite, per i nostalgici, gli utopici, i sognatori.
Ho fatto un richiesta per avere Prodi. Spero accetti, cosi glielo dico.
Io non so ancora per chi voterò. La sinistra è cosi lontana, distaccata dal mondo. A parte l’odio per Berlusconi, non si capisce che programma abbiamo, purtroppo.
La destra? Finché appoggia Bush, mai.

January 29, 2006, at 01:03 PM, in Rush Hour | Permalink | Comments (16) | TrackBack

January 26, 2006

Basketball

Basketball

Ciao dal Forum di Assago: AJ Milano versus Maccabi...per il momento, stiamo vicendo.

January 26, 2006, at 10:28 PM, | Permalink | Comments (1) | TrackBack

January 24, 2006

questo si che è corraggio!

grazie a Monty per questa foto! che bambino mitico...

January 24, 2006, at 05:45 PM, | Permalink | Comments (2) | TrackBack

Where have I been?

I know, I know, it’s been a long time. Prima di tutto vorrei dare il benvunto a tutti i new entries qui nel mio blog. Cosa stavo facendo tutto questo tempo? Hmmm…. A parte Rush Hour, ho terminato la mia prima compilation con la musica di Unlimited e sto vedendo in questi giorni il modo in cui posso farvi ascoltare qualche traccia in anteprima. Vedi, non vi ho dimenticato, anzi!
Come avete visto, sono tornata a ‘casa’, ossia, a Madonna di Campiglio. Sapete che ho vissuto lì per tanti bellissimi anni? Comunque, sono arrivata ad una decisione: andrò a Chamonix d’estate e passerò gli inverni in Italia. Le dolomiti sono troppo belle!

Cos’altro vi posso raccontare? Well…sto ancora cercando un agente per il mio libro perché cominciano a contattarmi alcuni editori ed è un mondo veramente difficile e complesso (ma molto intrigante!). Non voglio fare delle stupidaggini quindi ci vuole tempo prima di decidere con quale agenzia lavorare. Vi terrò informati, as usual.

Per quanto riguarda Rush Hour, tutto bene. Siamo presissimi con le nuove rubriche – Countdown alle Olimpiadi. A proposito, cosa ne pensate della mancanza di adeguata attenzione che la stampa italiana sta dedicando a questo evento importante ed unico? Ne parlano anche all’estero di questo strano fenomeno. Come lo spieghi? Ma! Io sono gasatissima e no vedo l’ora che comincino. Siete riusciti a sentire alcune delle interviste? Manuela di Centa è sempre molto simpatica, anche Maurizio Margaglio e Pietro Piller Cotrer ….devo dire che tutti sono stati molto simpatici e disponibili tranne: Giorgio Rocca. Sapete che per ben due volte ha confermato l’intervista per poi, sparire? Che maleducato. Questo fa la differenza tra un che vive un buon momento ed i grandi campioni, come Tomba, che è sempre molto disponibile. Tra l’altro, ve dico un segreto: 99% sarà proprio Alberto a fare la corrispondenza da Torino per Rush Hour. Teniamo incrociate le dita.

E’ tardi…devo andare in radio. Ci sentiamo dopo.

January 24, 2006, at 12:01 PM, in Updates | Permalink | Comments (6) | TrackBack

January 14, 2006

Look where I am!

Look where I am!

Ho deciso: Chamonix, d'estate, Campiglio, d'inverno. Le piste sono mille volte più belle qui e che panorama! Oggi, sono in giro con le sci d'alpinismo...che spettacolo!

January 14, 2006, at 02:35 PM, | Permalink | Comments (5) | TrackBack

January 11, 2006

recharging the batteries

Ciao! Allora, Londra è stata stupenda, come sempre. Sono andata a vedere Joseph Fiennes (Shakespeare in Love, è il fratello minore di Ralph Fiennes) in teatro. Sta recitando in ‘Epitaffio per Gorge Dillon’ di John Osbourne al Comedy Theatre ed è veramente bravo. Non è sempre il caso quando un attore di cinema fa teatro, anzi, più delle volte gli attori cinematografici fanno delle pessime figure in teatro. (Ho visto Dustin Hoffman in teatro quando stava facendo ‘Il Mercante di Venezia’, ed era terrificante!)
Comunque, la cosa più interessante che ho visto è stato il nuovo film di Ang Lee, ‘Brokeback Mountain’ tratto da un racconto di Annie Proulx. Superlativo, commuovente, il film dell’anno, secondo me. E’ nominato a 7 Golden Globes negli States e sicuramente porterà a casa qualche Oscar. Ve lo consiglio vivamente. (si, è quel film dei 2 cowboys omosessuali, ma non lasciarvi influenzare dai pregiudizi o dai luoghi comuni; è una grande storia d’amore ed un grande film.)

Sono andata a negozio di dischi Black Market in Soho e sono rimasta per 4 ore! Ho comprato 12 vinili nuovi bellissimi che ho già inserito nella playlist Unlimited di gennaio. Ah!, prima che mi dimentichi…tra un mese esce la mia prima compilation! I’m so excited! Sarà un doppio cd con 30 brani. Pazzesco. Ora capite perché ho avuto poco tempo per aggiornare il blog: tra quella, il libro, Rush Hour e Unlimited…mamma mia. Pero sono felice. Ho cominciato l’anno al rallentatore, un po’ ‘down’, ma piano piano, sento la carica positiva rientrare nelle vene….watch out everybody!

Hai visto che abbiamo aperto il blog di Rush Hour? Help….

January 11, 2006, at 11:30 AM, in Updates | Permalink | Comments (5) | TrackBack

January 10, 2006

birthday

Grazie a tutti per gli auguri di compleanno! ¡Muchas gracias por los mensajes de felicidades! Appena riesco a fermarmi un attimo, vi racconterò tutto...e voi? Cosa avete fatto durante queste feste? Qualcosa di interessante?

January 10, 2006, at 12:10 PM, in Updates | Permalink | Comments (0) | TrackBack

January 06, 2006

Birthday in London!

Ciao a tutti! Ho deciso di passare questo compleanno a London. Sono giá arrivata...

January 6, 2006, at 10:58 AM, | Permalink | Comments (8) | TrackBack

January 01, 2006

Happy New Year, of course

Buon Anno! Happy New Year! e tutte quelle cose che si dicono all'inizio di ogni anno nuovo....
Come avete cominciato l'anno? Io, stanca, che non è di buon auspicio. Pero, non si sa mai; magari ci metterò di più a carburare per poi decollare alla grande. La verità è che non mi sono riposata per niente in questo periodo. Sarà perché, sfortuna vuole, ho avuto un leggero raffreddore (che porto ancora avanti), o forse perché a Chamonix ha fatto veramente troppo freddo anche per un animale invernale come me. Non so, continuavo a sognare un pò di caldo che non arrivava mai. Tutto mi sembrava gelato, persino le persone. Mi fermo qui. Non vorrei dare l'impressione di essere diventata cinica, cosa che non sono. E' che noi del Capricorno, in questo periodo, diventiamo....strani. Cercate di portare pazienza, please. E se, in questo periodo, incontrate per strada un Capricorno scorbutico o malinconico, offrigli un sorriso sincero; te ne sarà infinitamente grato.

January 1, 2006, at 12:55 PM, in Updates | Permalink | Comments (9) | TrackBack